Daily Archives

2 Articles

Acquisti

Acqua pura anche in ufficio con i dispenser IWM

Posted by Valentina Beretta on

La corretta idratazione è una condizione essenziale per il benessere fisico e quello del nostro organismo. Bere la giusta quantità d’acqua è infatti essenziale anche ad aiutare a  mantenere alto il livello di energie e concentrazione durante l’orario di lavoro. Ecco perché è importante bere spesso nel corso della giornata e dunque non solo durante i pasti ma anche durante l’orario di lavoro. Spesso però, la necessità di bere si scontra con il sapore troppo forte che di norma caratterizza l’acqua dei boccioni solitamente presenti negli uffici. Ciò spinge i dipendenti ad evitare di bere o a preferire bevande gasate che di certo non fanno bene e sicuramente non sono in grado di dissetare come l’acqua, a causa degli zuccheri che contengono. I boccioni inoltre, hanno lo svantaggio di essere difficili da trasportare e da movimentare, oltre ad avere un costo al litro non indifferente ed in grado di incidere sui costi di gestione di ogni azienda o ufficio.

La soluzione pratica e conveniente è quella di adottare uno dei dispenser acqua ufficio che IWM propone, i quali filtrano direttamente l’acqua del rubinetto eliminando ogni impurità ed offrendo un’acqua assolutamente bilanciata e sicura. È inoltre possibile avere acqua fredda o calda a piacimento, così come un’ottima acqua gasata o del ghiaccio se lo si preferisce, andando incontro ai desideri di tutti. Il risparmio è notevole considerando che l’acqua del rubinetto è decisamente più economica rispetto quella dei boccioni, che vanno poi smaltiti secondo quanto previsto dalle normative dei singoli comuni dopo il loro utilizzo, ma che troppo spesso vengono purtroppo riciclati a discapito della salute dei fruitori. I dispenser IWM consentono invece ai tuoi dipendenti di bere tutta l’acqua che desiderano personalizzandola in base ai loro gusti, con la certezza di bere sere dell’ottima acqua utile anche a migliorare la produttività del’intero ufficio.

Condividi
0
Acquisti

Scuola, quest’anno si spende di più. Oltre 1.000 euro per libri e zaini

Posted by Valentina Beretta on
Scuola, quest’anno si spende di più. Oltre 1.000 euro per libri e zaini

Per le famiglie il rientro a scuola sarà una vera stangata. Federconsumatori calcola che per corredi scolastici quest’anno si spenderanno intorno ai 526 euro a studente (+0,8% rispetto al 2017), e poco più di 456 euro per i libri e 2 dizionari. In questo caso, dichiara Federconsumatori, l’1,1% in meno rispetto all’anno scorso.

Secondo Codacons, tra corredo e libri di testo la spesa complessiva potrà facilmente superare i 1.100 euro a studente. Più pesanti quindi gli aumenti per astucci, zaini e materiale scolastico, ma secondo il Codacons, anche per i libri di testo.

Per un astuccio griffato la spesa arriva a 40 euro

In base alle stime l’associazione per i diritti dei consumatori calcola per il corredo scolastico (penne, diari, quaderni, zaini, astucci…) rispetto al 2017, un incremento medio del +2%, rincaro che raggiunge il +4% per il materiale “griffato”, ossia le marche più richieste dai giovanissimi perché legate a squadre sportive, cartoni animati, bambole o personaggi e serie famosi.

Il prezzo di uno zaino di marca raggiunge i 120 euro, mentre per un astuccio griffato attrezzato (con penna, matita, gomma da cancellare e pennarelli) la spesa arriva quest’anno a 40 euro, sostiene il Codacons. Altra voce che incide sulla spesa per il corredo è quella relativa al diario, che sfiora i 20 euro per le marche più note, riporta Ansa.

Codacons prevede un esborso maggiore per i libri rispetto lo scorso anno

Se il costo dei libri di testo è variabile a seconda del grado di istruzione e della scuola, contrariamente a Federconsumatori, che parla di un leggero risparmio il Codacons smentisce la possibilità di sensibili riduzioni. Anzi, prevede un esborso economico maggiore rispetto lo scorso anno scolastico. Tuttavia, spiega l’associazione, anche sulla spesa scolastica è possibile risparmiare sensibilmente, e abbattere i costi del 40%.

Alcuni consigli per abbattere la spesa

Seguendo alcuni consigli, risparmiare si può. Ad esempio, non inseguire le mode. In tal modo per il corredo si può spendere meno acquistando prodotti di identica qualità, basta non comprare gli articoli legati ai personaggi dei cartoni animati o bambole famose.

Nei supermercati inoltre si può arrivare a risparmiare fino al 30% rispetto alla cartolibreria, e rinviare gli acquisti non necessari può essere una buona idea. Le scorte di quaderni e penne si possono anche comprare in un momento successivo. Spesso, infatti, aspettando, si risparmia.

Per i materiali più tecnici (dal compasso ai dizionari) è poi bene attendere le disposizioni dei professori, onde evitare acquisti superflui o carenti.

Condividi
0