L’Isis su TikTok, rimossi gli account pericolosi

L’Isis su TikTok, rimossi gli account pericolosi

“Alle organizzazioni terroristiche e a qualsiasi altra organizzazione criminale è severamente vietato l’uso di TikTok. Non utilizzare TikTok per promuovere e supportare queste organizzazioni o individui”. Questa l’avviso di ByteDance, la compagnia cinese proprietaria della piattaforma, che ha rimosso almeno 10 account di jihadisti, alcuni dei quali con un migliaio di follower.

La notizia è stata diffusa dal Wall Street Journal: i terroristi del sedicente Stato Islamico (Isis) sono approdati su uno dei social più popolari tra gli adolescenti per diffondere video di propaganda. TikTok permette infatti di creare e condividere video di 15 secondi.

Video ”addolciti” con sticker di cuori rosa, stelle o il simbolo della pace

I video diffusi dai jihadisti dell’Isis su TikTok sono stati girati per strada da miliziani con pistole in mano, e sono stati ”addolciti” con sticker raffigurati cuori rosa, stelle o il simbolo della pace. Trasmettono immagini di persone che cantano inni dell’Isis, donne che esprimono una posizione estremista, ma anche ragazzi affascinanti, cavalli in corsa o cadaveri per le strade, riporta Adnkronos. Un modo molto più efficace dei sermoni o dei trattati teologici.

”Questo modo accattivante per propagare l’ideologia dell’Isis permette di diffondere rapidamente i messaggi e farli aderire alla memoria collettiva – commenta al Wsj Elisabeth Kendall, esperta di estremismo all’Università di Oxford -. La rima, il ritmo, i testi evocativi e i messaggi incisivi sono particolarmente attraenti per i giovani”.

Il volume di contenuti rende difficile sorvegliare la piattaforma

La segnalazione di una ventina di account sospetti è arrivata da Storyful, una delle principali piattaforme di verifica dei contenuti diffusi online. ”A differenza di altre piattaforme, che si basano sulle amicizie o sulle comunità degli utenti, TikTok si basa sul coinvolgimento degli utenti con un flusso infinito di nuovi contenuti – afferma Darren Davidson, direttore di Storyful -. Le pubblicazioni dell’Isis violano le politiche di TikTok, ma il volume di contenuti rende difficile per TikTok sorvegliare la propria piattaforma e sradicare questi video”.

La terza applicazione più scaricata nel 2018

Noto in Cina anche come Douyin, TikTok è un social network cinese lanciato nel settembre 2016. Attraverso l’app, gli utenti, soprattutto giovanissimi (il 30%o dei suoi utenti ha meno di 18 anni) possono creare brevi clip musicali di durata variabile tra i 15 e i 60 secondi, ed eventualmente modificare la velocità di riproduzione, aggiungere filtri ed effetti particolari. Lo scorso anno TikTok è stato utilizzato da 500 milioni di utenti in tutto il mondo. Ed è stata la terza applicazione più scaricata nel 2018.

Condividi
error0